Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 Un dossier per capire meglio la riforma

[Abstract]

All’inizio di questo dossier contenente informazioni utili alla formazione, nel modo più obiettivo possibile, di quello che potrebbe essere un orientamento di voto personale, è utile ricordare che il referendum del 4 dicembre 2016 non necessita del raggiungimento del quorum. Una precisazione non di poco conto, in quanto suggerisce l’intrinseca possibilità di recarsi al seggio solamente al seguito di un’approfondita operazione di conoscenza di quello che è un voto politico ma non partitico, in quanto abbraccia un documento che accomuna – e comunque accomunerà – in modo trasversale ogni settore del Paese.

Il testo di riforma è a disposizione di chiunque. Ognuno può quindi approcciarvisi autonomamente o scegliendo di avvalersi dell’aiuto di qualcuno più esperto. Non è invece auspicabile esprimere il proprio voto – soprattutto in quest’occasione, in cui la materia è ampia ed estremamente delicata – secondo orientamenti derivanti da questioni legate più all’agone politico che al merito della riforma. La Costituzione è infatti la norma da cui discende ogni attività normativa del nostro ordinamento, quindi non appartiene a una parte, ma alla totalità dei cittadini. Nell’esercizio del voto siamo chiamati a divenire custodi di quei principi costituzionali che ispirarono i padri costituenti e che ci sono stati consegnati. Dobbiamo quindi conoscere l’oggetto della discussione, senza cedere ai facili e talvolta tendenziosi slogan che ci vengono proposti.

Per prepararci al voto con gli strumenti idonei a poter scegliere in modo autonomo e consapevole, abbiamo pensato a queste pagine, frutto anche dell’incontro dello scorso 29 ottobre 2016 vissuto a Fano con il costituzionalista Umberto Ronga, membro dell’Istituto dell’Azione Cattolica Italiana per lo studio dei problemi sociali e politici “Vittorio Bachelet”.

Per tutti i motivi sopra illustrati, facciamo presente al lettore che in questo testo non si troveranno sbilanciamenti a favore o contro la riforma in oggetto. Abbiamo invece dato spazio a una sua presentazione nei caratteri essenziali.

Pubblicato in: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *