È la città giusta!

Lanciata la nuova iniziativa annuale dell’ACR

Martedì 1° ottobre, presso i locali della parrocchia di Sant’Agostino in Fossombrone, si sono radunati più di cento fra educatori, parroci e responsabili parrocchiali per assistere al lancio del tema dell’anno e alla consegna delle guide ACR. 

L’incontro è iniziato con una breve analisi del brano dell’anno, il giudizio finale (Mt 25,31-46), da parte di don Gabriele Micci, il quale è riuscito a rendere più comprensibile un brano così importante e complesso, soffermandosi soprattutto su come Gesù può essere riconosciuto nelle persone più deboli e di quanto sia importante il rapporto con gli ultimi.

In un secondo momento l’assemblea è stata suddivisa in tre sottogruppi, dove gli educatori hanno potuto riflettere sulle varie fasi in cui si suddivide la guida attraverso dei lavori specifici guidati dai membri dell’equipe diocesana.  

Essendo il tema dell’anno quello della città, ad ognuna delle quattro fasi in cui può essere diviso l’anno associativo (e quindi anche la guida) è stato associato un luogo della città che esprime le idee di fondo di quella specifica fase. 

Ecco quindi che ogni sottogruppo, ripercorrendo i versetti chiave del brano di riferimento e avendo sempre chiara in testa l’immagine della città, ha iniziato un viaggio virtuale attraverso la scuola (prima fase), ovvero il luogo che rappresenta a pieno l’incontro quotidiano con l’altro, dove la diversità viene abbattuta dall’amicizia; per poi visitare il municipio (seconda fase), il luogo di incontro, di ascolto e di attenzione verso coloro che si trovano nel bisogno; per giungere al campo sportivo (terza fase), il luogo per antonomasia dove ognuno dà il proprio contributo: qui si può veramente sentire la comunità!

L’ultima tappa di questo percorso è stata la piazza (quarta ed ultima fase), il luogo dove la comunità si ritrova per far festa con la consapevolezza del cammino fatto e con la gratitudine verso chi ci ha accompagnato e quindi, proprio con un piccolo momento di festa comunitario, seguito da un breve momento di preghiera finale, si è conclusa questa bellissima serata. 

LDG

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *